Durante il lockdown, lo Smart Working è la principale modalità di lavoro in remoto introdotta dalle aziende per salvaguardare la sicurezza e la salute delle persone, garantendo la continuità del lavoro. Sebbene la filosofia alla base dello Smart Working fosse di responsabilizzare i dipendenti, restituendo loro flessibilità e autonomia nella scelta degli spazi e degli orari, proprio la scelta o la necessità di lavorare esclusivamente da casa – il cosiddetto Home Working – attraverso l’uso della tecnologia, comporta un rischio sottovalutato: lo Stress Lavoro-Correlato.

Innanzitutto, la casa percepita come luogo sicuro, è al contrario un luogo potenzialmente più a rischio per la salute e la sicurezza a causa dell’inadeguatezza delle postazioni di lavoro: una scorretta illuminazione, temperatura, seduta, senza contare che non tutti dispongono di spazi idonei, dove potersi concentrare e lavorare in tranquillità.

L’uso prolungato e incorretto della tecnologia, inoltre, genera stress, il cosiddetto Tecnostress che provoca effetti negativi sui nostri occhi ma anche a livello produttivo e psicofisico.

Parola d’ordine Multitasking: ogni giorno siamo divisi tra almeno due device, smatphone e pc, passando da un’attività all’altra. Quante volte, poi, ci è capitato di ricevere e leggere una mail a fine serata, un messaggio informativo via whatsapp nel weekend o in ferie?

Essere Always on, cioè connessi ininterrottamente, costantemente reperibili grazie ai dispositivi digitali:
– genera orari di lavoro sregolati,
– riduce la separazione fra lavoro e vita privata
– diminuisce il livello di performance lavorative.
Questo collegamento costante e la conseguente mancanza di riposo porta con sé anche importanti rischi psicosociali compresa l’ansia, la depressione, fino al burnout.

Obiettivo 2021: prevenire e prendersi cura di sé stessi e dei propri occhi nel moderno mondo digitale.
Praticare il diritto alla disconnessione: qualsiasi sia il proprio ruolo è fondamentale per tutti imparare a disconnettersi a fine giornata per ristabilire un maggiore equilibrio tra lavoro e vita privata, migliorare la produttività e il benessere mentale e fisico.

E se è vero che l’affaticamento visivo colpisce ogni fascia d’età, anche i più piccoli, dopo i 30 anni risulta ancora più evidente e fastidioso. Scopri un nuovo modo di vivere la tecnologia e di guardare lo smartphone, il pc o la tv in totale comfort e sicurezza. Attraverso un approfondito controllo della vista, il nostro ottico optometrista saprà consigliare le lenti ottimizzate per l’utilizzo di dispositivi digitali più adatte alle tue esigenze e al tuo stile di vita digitale.

Contatta telefonicamente il nostro CENTRO OTTICO OXO – Tel. 0331430006 -e concorda il giorno e l’ora migliori per un appuntamento. Così facendo, non solo eviti spostamenti non necessari, ma puoi usufruire al meglio del tempo a disposizione, evitando eventuali attese o code.

 

 

 

error: Funzione disabilitata. Le immagini sono protette da © fotootticacolombo.it